Scultura Choc | Ansa.it Fatima Messana
16559
post-template-default,single,single-post,postid-16559,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

01 Feb Scultura Choc | Ansa.it

ansa innocence

Articolo da Ansa.it: “In mostra scultura-choc bimba crocifissa”. Esposte a Montevarchi le opere di Fatima Messana

Scultura choc a Montevarchi, dove da domani sono esposte al Cassero le opere di Fatima Messana per la prima di tre personali di giovani scultori del progetto “Sculpure relay-al Cassero”. Tra le opere esposte ‘Innocence’, la scultura che raffigura una bambina crocefissa. L’opera dell’artista ventottenne è realizzata in vetroresina e con capelli veri. Le opere di Fatima Messana sono in gran parte infatti dedicate alla condizione dell’infanzia e del mondo femminile. Nata nel 1986 in Russia, ma siciliana d’adozione e formatasi poi come scultrice all’Accademia di Belle Arti di Firenze, Fatima Messana, ha iniziato l’attività espositiva nel 2003. Tra le altre opere provocatorie anche “Testiculos qui non habet Papa esse non posset”, una figura femminile in abito papale e “Capra!”, con la quale Messana vince il primo premio al X Pna del 2013: un busto d’uomo in vetroresina ricoperto di stoffa, ma con testa caprina. L’idea di quest’ultima opera prende spunto dalla prolungata esclamazione “Capra!” pronunciata dal critico e storico dell’arte Vittorio Sgarbi.